FormaSicuro: professionalità e sicurezza

Garantire alle imprese una formazione di alta qualità finalizzata al miglioramento degli standard di sicurezza sul lavoro, in conformità con quanto richiesto dalla normativa vigente, è l’obiettivo perseguito da FormaSicuro, Organismo Paritetico Nazionale per la formazione professionale e la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro Istituito con CCNL 10 luglio 2008 da UGL e FEDERTERZIARIO. Attraverso la collaborazione con FondItalia – Fondo Paritetico Interprofessionale per la formazione continua, infatti, FormaSicuro svolge e promuove la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro mettendo a disposizione risorse e competenze per supportare le aziende nella progettazione di una formazione efficace, adeguata e conforme alla normativa. “La mission di FormaSicuro – ha dichiarato il presidente Rocco Maurelli – è quello di promuovere la professionalità e diffondere la cultura della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con un costante ed attivo impegno per lo sviluppo del sistema sicurezza”. Coerente con questo principio, FormaSicuro garantisce alle imprese assistenza e competenza nella realizzazione di attività formative attraverso la propria consulenza e professionalità, la realizzazione di iniziative quali seminari, convegni, campagne promozionali ecc. e la redazione di opuscoli informativi e manuali didattici (anche multilingue) scaricabili gratuitamente dal sito www.formasicuro.it. Conformemente con quanto richiesto dall’art. 51 del D.Lgs. 81/08 che assegna agli Organismi Paritetici un ruolo fondamentale per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, FormaSicuro supporta le imprese nell’individuazione di soluzioni tecniche organizzative dirette a garantire e migliorare la tutela della salute e sicurezza sul lavoro favorendone anche crescita e competitività. FormaSicuro assolve questo importante compito non solo svolgendo e promuovendo attività di formazione ma, su richiesta delle imprese, è in grado di rilasciare un’attestazione dello svolgimento delle attività e dei servizi di supporto al sistema delle imprese, tra cui l’asseverazione della adozione e della efficace attuazione dei MOG – Modelli di Organizzazione e Gestione della sicurezza, della quale gli organi di vigilanza possono tener conto ai fini della programmazione delle proprie attività. Per il conseguimento di questo obiettivo, FormaSicuro ha istituito specifiche Commissioni Paritetiche, tecnicamente competenti, in grado garantire un significativo parere sulla qualità dell’attuazione del MOG, un ulteriore e fondamentale strumento a disposizione delle imprese per garantire la sicurezza dei lavoratori in tutte le attività e in tutti i processi produttivi. L’adozione del MOG, dunque, assume una particolare rilevanza in tutti quei settori a maggior rischio per malattie professionali, infortuni invalidanti e mortali come, in particolare, l’Agricoltura incluse le filiere agroalimentari per la lavorazione, trasformazione e conservazione dei prodotti agricoli. Un settore, questo, in cui nonostante le accertate e specifiche problematiche legate alla sicurezza delle condizioni di lavoro, la normativa è ancora frammentaria, lacunosa e in via di assestamento. Per questo settore, dunque, la prevenzione e la sicurezza sul luogo di lavoro costituiscono un aspetto estremamente rilevante considerata anche l’importanza che il settore agroalimentare svolge nell’economia del nostro paese. In un contesto globale caratterizzato dalla crisi, infatti, l’Italian food continua ad essere il nostro fiore all’occhiello, celebrato da Expo 2015 e proiettato verso i mercati mondiali. Ed è in questa prospettiva che FormaSicuro, attraverso le Commissioni Paritetiche, garantisce alle imprese interessate che ne facciano richiesta, supporto tecnico, competenza e professionalità per l’adozione del MOG e la sua asseverazione, con l’obiettivo di contribuire al miglioramento delle condizioni di lavoro aumentando, al contempo, la competitività e la produttività delle imprese.

Una risposta a Il Sole 24 Ore lunedì 27 aprile 2015 – “L’Agroalimentare italiano punta a un futuro green”